Roma, 23 novembre 2017 – “La riunione di oggi è servita per mettere nero su bianco fatti politici e punti programmatici che Campo Progressista ritiene imprescindibili per proseguire il dialogo avviato con il Partito Democratico e verificare la possibilità di costruire un nuovo centrosinistra in discontinuità con le politiche degli ultimi anni.
C’è una nota congiunta che contiene parole d’ordine e svolte importanti su tanti temi come il lavoro, l’ambiente, la scuola, la sanità, il welfare, l’immigrazione. Dalle modifiche al Jobs Act per incrementare i contratti a tempo indeterminato all’introduzione dei canali umanitari per sottrarre i migranti dai lager libici. Dagli investimenti per la scuola all’economia circolare e lo stop al consumo di suolo. Ma non basta. Per poter proseguire il confronto, servono fatti politici concreti che segnino, verso gli elettori del centrosinistra delusi da questi anni, un reale cambiamento di rotta. Per questo, abbiamo ribadito che ci attendiamo l’immediata calendarizzazione di Ius Soli e biotestamento, nonché interventi sui superticket e un’attenzione ai temi del lavoro e della tutela ambientale nella legge di bilancio, per poi poter verificare le possibili ragioni di un’intesa, cioè un programma, un perimetro chiaramente di centrosinistra e un leader condiviso”. Lo dichiara Ciccio Ferrara di Campo Progressista.